sabato 12 dicembre 2009

bozza di canzone "l'equivoco sapiente"

io non colgo il senso
di questa mia prigione
- molto ben confezionato -
matrimonio inevitabile
e l'ho sempre sospettato
quando ti trovavo amabile

credo sia soltanto l'abito
della riproduzione
spinta inevitabile
gestita dall'ormone...
Era tutto assai romantico
passionale e ben diverso
io non ne ho nostalgia
era solo un grande equivoco.

Con un manto di erotismo
che si fonda sugli errori
costruito "grande amore"
e di errore, errore.. in errore..
ho l'enciclopedia dei ricordi
credimi vale le pena
era un mezzo come un altro
per arrivare santi all'oggi
inevitabile passaggio
dal passato al presente
io non rinnego niente
io non rinnego niente
ma ora usciamo dal recinto
terminata è la missione
il disegno della specie
non lo fermi adesso tu

Nessun commento: