giovedì 17 luglio 2008

metalmeccanica

Serena,
non ho idea di chi tu possa essere! e non so quale sia il tuo vero nome...
Però sembri portata al dialogo e coglierò l'occasione, rivolgendomi a te, per parlare di rudimenti di dialogo.
(Non ricordo un periodo di tale sordità quanto l'attuale!).

Abbiamo perso completamente il senso dell'ascolto.
L'ascolto profondo non è.. l'orecchio (o l'occhio) distratto che coglie poche "parole in corsa".
Chi non sa ascoltare ha spesso la presunzione di sapere già ciò che sarà detto.
Non ascolta e quindi non vede l'ora di "dire la sua" per compiacersi forse del suono della propria voce.
Si da il caso che già comprendiamo la realtà attraverso personalissimi filtri e cioè
la nostra storia personale, i nostri pregiudizi, le paure, le speranze, i ricordi!
tutto questo bagaglio pone griglie o addirittura specchi deformanti al reale.

Questo accade normalmente quando prestiamo ascolto, figurarsi poi se non ascoltiamo tutto ciò che l'altro ha da dire...
Il dialogo dunque non esiste e diventa un groviglio inestricabile di affermazioni assertive, categoriche che non prevedono l'esperienza rivoluzionaria del cambiare idea.


4 commenti:

Serenella ha detto...

Grazie della dedica Camilla,
oggi dovrebbe essere il tuo onomastico se lo festeggi con Camillo del lellis, augurissimi di tanta serenità, la felicità a volte è improbabile, basterebbe essere serenui.
E' vero la gente non ascolta, io ultimamente leggo il blog + che scrivere. Ho notato l'astio con cui ti ha trattato agnostico, che peraltro reputo una bravissima persona.
Secondo me è giovane e non ha rapporti con persone di diversa estrazione.
Quello che invece succede anche non volendo a una certa età.
E' esatto quello che tu dici, mio marito e mio padre lavora e lavorava nel pubblico. Dunque il primo ha i blocchi al pc come tu dici e manda mail e messaggi solo all'interno di un programma, puo' collegarsi all'esterno solo per corsi di aggiornamento ad ore fisse, praticamente mai.
Io sono nel privato (fabbrichetta di 50 anime) dove tutto è possibile, ma dobbiamo rispondere in prima persona di quasi tutto all'AD. Nel senso che se manca un dirigente anche l'ultima ruota del carro se può (ed è meglio potere) dà delle risposte.
Vedi bene che agnostico non conosce a fondo nè il pubblico nè il privato come lo conosco io che mi ritengo la solita ultima ruota.
Tieni presente che non ha ancora imparato che siamo tutti sulla stessa barca e scannarci tra noi è quanto di + sbagliato.
Ancora tanti auguri
Serenella

Serenella ha detto...

Allora Camilla come va è finita anche questa settimana. Quanto manca alle agognate vacanze?
Non le voglio chiamare ferie, mi sa di vecchio i ragazzi dicono sempre vacanze anche se lavorano.
Dove andrai di bello?
Alle volte basta solo riposare e non essere assillati dall'orologio.
Io a casa faccio fatica anche rispondere al telefono , è una deformazione professionale dovuta a fatto che oltre al pc il tel. è il mio lavoro.
Per fortuna ora ci sono le mail.
C'è gente che le odia, io in un certo senso mi sento protetta, le cerchi e ci sono sempre, non come gli appunti del telefono, se hai dei dubbi le rileggi oppure chiedi immediatamente i chiarimenti del caso.
Quando c'era solo tel. era anche fastidioso per gli eventuali errori.
Poi è arrivato il fax e già si andava meglio, ma la mail è il massimo secondo il mio modesto parere.
Alla prossima sappimi dire com'è andato ilw.e. byebyebye

Serenella ha detto...

Camilla è difficile costruire un bel sito, come questo?
Ti ha aiutato Daniele?

Serenella ha detto...

Una precisazione Camilla, io non so chi tu sia, potresti essere un camillo, ma non credo.
Io sono proprio serenella e all'inzio a cinzia o ada (edy) non adele ho dato la mail,l'ho scritta su un messaggio perciò sono vera e vegeta e per dire se Daniele telefona all'azienda informatica di Biella di cui ti parlavo prima può anche dire che mi conosce per lavoro. Aspetto con ansia di conoscere la tua di vita se sei Camilla davvero o è un bel nome d'arte!